Volontariato e Società

Il volontariato e la disabilità adulta

  • By
  • 15 maggio 2018

Oggi, per tutti i volontari impegnati, a qualsiasi titolo, nell’aiuto delle persone con disabilità e delle loro famiglie, è un imperativo categorico essere formati e informati»: partendo da tale assunto, l’Associazione Volontari San Giovanni Bosco ha promosso presso la propria sede di Cascine Vica di Rivoli (Torino), in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato Vol.To, un ciclo di incontri serali, per rispondere appunto all’esigenza formativa di volontari o aspiranti tali, impegnati nella tutela e nella presa in carico di persone adulte con disabilità

Giovane volontaria insieme a una persona con disabilità

Una giovane volontaria, insieme a una persona con disabilità

«Il mondo della disabilità è particolarmente complesso e delicato e molto spesso i volontari, seppur nutriti dalle migliori intenzioni, si trovano ad affrontare situazioni in cui si sentono inadeguatamente preparati nell’agire e intraprendere un’azione veramente utile. Oggi, dunque, essere formati e informati, per tutti coloro che sono impegnati, a qualsiasi titolo, nell’aiuto delle persone con disabilità e delle loro famiglie, è un imperativo categorico».
Partendo da tale assunto, l’Associazione Volontari San Giovanni Bosco ha promosso presso la propria sede di Cascine Vica di Rivoli (Torino), in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato Vol.To, un ciclo di incontri serali, per rispondere appunto all’esigenza formativa di volontari o aspiranti tali, impegnati nella tutela e nella presa in carico di persone adulte con disabilità.

A condurre i vari incontri – che hanno preso il via il 9 maggio scorso (le diverse tipologie di disabilità) e che proseguiranno mercoledì 16 (I bisogni delle persone con disabilità adulte e delle loro famiglie, la sinergia degli interventi possibili), mercoledì 23 (La conoscenza dei diritti delle persone con disabilità, aspetti normativi e giuridici legati alla disabilità) e mercoledì 30 (Aspetti relazionali nelle diverse tipologie di disabilità) – sono una serie di esperti della CPD di Torino (Consulta per le Persone in Difficoltà), vale a dire rispettivamente le operatrici sociali Elena Menin e Giovanna Varrone, l’avvocato Martia Luisa Turlione e la psicologa e psicoterapeuta Deborah Rastiello(S.B.)

FONTE:  superando.it

No Comments Found

Leave a Reply